Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Modena

Ecco i prezzi di alcuni beni di prima necessità, ma anche di una visita dall’oculista

Sfruttando l’Osservatorio prezzi disponibile sul sito del Comune di Modena abbiamo fatto un piccolo esperimento. Ci siamo inventati una spesa al supermercato e una serie di altre incombenze che potrebbero capitare ad una famiglia. Abbiamo quindi cercato di capire quale sia la provincia con i prezzi più alti.

E questi sono i risultati delle 58 province (su 110) di cui è stato possibile recuperare i dati. La nostra famiglia x ha acquistato:

  • pane fresco;
  • carne;
  • prosciutto cotto;
  • alici e vongole fresche;
  • latte fresco e burro;
  • salmone;
  • arance e banane;
  • pomodori da insalata;
  • melanzane e finocchi;
  • carciofi;
  • patate novelle;
  • acqua minerale;
  • 1 lt di vino e 1 di birra.

Abbiamo anche ipotizzato delle spese non necessarie come il portare le camicie in lavanderia, una ricalibrature dell’auto, visite da oculista e dentista. E ancora una serata al cinema, una pizza, un caffè. La colazione al bar o magari una messa in piega per lei e un taglio di capelli per lui.

Il costo di un litro di latte a Udine più basso che a Firenze

Con i parametri immessi la provincia con i prezzi più alti è risultata quella di Udine. Il costo di un litro di latte ad esempio è stato di 1,50 euro, anche se sono state Firenze e Grosseto a registrare il prezzo più alto (1,63 euro).

I cittadini di Udine ad aprile per sostenere le spese ipotizzate avrebbero speso 506,56 euro in media. Bologna è stata seconda in questa nostra classificazione (502,11 euro) e Cuneo terza (497,71 euro).  Milano è stata solo la quarta provincia più costosa. Tra le più economiche Novara, Pescara e Mantova. Nel grafico l’ultimo posto in realtà è stato occupato da Lodi, ma il risultato è falsato dalla mancanza di numerosi dati. Ad esempio non è stato possibile risalire ai prezzi dei parrucchieri o a quelli dei medici specialisti.

La provincia emiliano romagnola con i prezzi più alti è stata Bologna

Le province emiliano romagnole come si sono posizionate? Bologna è stata la più costosa. A seguire troviamo Rimini, in nona posizione nella classifica generale. I costi per i prodotti descritti e per le altre spese accessorie è stata di 482,74 euro. In terza posizione Ravenna con 473,43 euro.

Modena è stata la tredicesima provincia italiana e la quinta a livello regionale. Dai dati dell’osservatorio infatti nel modenese una spesa come quella descritta arriverebbe a costare 459,24 euro.

Il paniere dei prezzi di Modena

Il grafico qui sotto mostra i prezzi medi nelle città della provincia di Modena dei prodotti e dei servizi presi da esempio per il nostro esperimento.

Un chilo di pane ad aprile 2017 è costato in media quai 4 euro. Il prezzo di un chilo di carne di vitello ha raggiunto anche i 20,57 euro al chilo. Il costo di un litro di latte invece è stato di 1,15 euro. I modenesi che hanno avuto bisogno di un’otturazione ai denti hanno dovuto sborsare 97,58 euro.

I dati si riferiscono al: aprile 2017

Fonte: Osservatorio prezzi Comune di Modena

Leggi anche: 

Parmigiano: +9% per la produzione di Reggio Emilia

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search