Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ravenna

In aumento le iscrizioni agli istituti tecnici (+10%). Si punta al lavoro

Neanche finite e scuole medie migliaia di giovanissimi ravennati si sono trovati di fronte alla prima vera scelta scolastica della loro vita. Quale scuola superiore è più adatta a me? Ci sarà stato chi avrà fatto dei test o chi avrà avuto le idee chiarissime su quale istituto superiore frequentare.

Il Miur ha diffuso i dati sulle iscrizioni ai licei e agli istituti professionali e tecnici per l’anno 2017 e 2018. Ecco quali risposte si sono dunque dati gli adolescenti che hanno deciso di proseguire gli studi.

Tecnici e professionali sono stati la scelta del 57% dei ravennati

Il 43% degli iscritti ha scelto di puntare su un’istruzione liceale, il 36% invece ha optato per un istituto  tecnico industriale. Il restante 21% degli oltre 3.260 ravennati ha scelto una scuola professionale.

Il grafico in apertura mostra quanti studenti si sono iscritti a ciascun tipo di scuola e come sono cambiate le preferenze degli alunni tra il 2014 e il 2018.

I licei hanno guadagnato circa 100 nuovi studenti rispetto a 3 anni fa. Le iscrizioni nel 2014 sono state 1.298, mentre per il prossimo anno  è previsto che nei licei cittadini entrino 1.400 alunni. In percentuale si è trattato di un incremento di circa l’8%. In aumento anche il numero di ravennati che ha scelto gli istituti tecnici. Sono cresciuti del 6,4% passando da 1.115 a 1.186 tra il 2014 e il 2018.

I professionali invece hanno perso attrattiva. Sono diminuiti di 172 unità.

In 3 anni raddoppiati gli alunni che hanno scelto l’artistico

Tra i licei però quali sono stati i preferiti dai nuovi alunni? L’artistico sta continuando ad aumentare la sua fetta di popolarità. Il grafico mostra l’aumento o il decremento di iscritti rispetto all’anno scolastico appena trascorso.

I creativi che hanno scelto di assecondare le proprie inclinazioni sono stati 249. Anche se in valori assoluti sono stati i licei scientifici a contare più iscritti (515), sono stati gli artistici a registrare il maggiore aumento (+5,5%). Rispetto al 2014 i ravennati che hanno deciso di intraprendere studi artistici sono raddoppiati passando da 161 a quasi 250.

Le superiori per chi vuole trovare lavoro dopo le superiori

Non altrettanto brillante la situazione tra i professionali. Nel complesso il prossimo anno davanti ai cancelli di alberghieri, commerciali e industriali ci saranno il 3,8% in meno di studenti. Le ricerche digitate on line su quale scuola superiore li avrebbe aiutati a trovare lavoro sono state proficue per i commerciali. Sono aumentati dell’11,5% le iscrizioni rispetto allo scorso anno. Sono stati 165 i ravennati iscritti alle scuole superiori con questo indirizzo.

Perdono il 35% di alunni invece gli istituti superiori socio sanitari. Di cosa si tratta? Nella descrizione del sito del Miur sull’orientamento all’istruzione superiore si legge che è l’indirizzo per chi sia interessato alla salute e al benessere bio-psico-sociale di persone e comunità. In pratica si tratta di un odontotecnico.

Gli iscritti ai commerciali su del 6,6%

E si arriva ai tecnici. Saranno il 5% in più gli iscritti nel 2017/2018 rispetto a quelli del 2016/2017. Gli unici istituti in flessione sono stati gli agrari. Gli studenti sono calati da 102 a 88. Questa diminuzione ha provocato quindi un calo del 13,7% nelle iscrizioni registrate. Per le scuole industriali invece aumento a doppia cifra, sono stati il 10% gli studenti che hanno scelto istituti con questo tipo di indirizzo. Anche i commerciali si sono difesi bene, l’aumento in questo caso è stato del 6,6%.

Le scelte operate dai giovani di Ravenna si sono dimostrate attente alle future opportunità di lavoro, almeno stando al report della Camera di commercio.

I dati si riferiscono al: 2014-2018

Fonte: Miur

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search