Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ravenna

Lo scorso anno spesi 121 mila euro per i numerosi progetti in Emilia Romagna

Anche i bambini malati hanno diritto a studiare, è per questo motivo che è nato il programma scuole in ospedale. Il Miur ogni anno stanzia dei fondi speciali per garantire il diritto all’istruzione anche a quegli alunni che per gravi motivi di salute non possono frequentare regolarmente le lezioni in classe.

Il grafico in alto mostra quanti fondi saranno destinati quest’anno a livello nazionale al programma Scuole in ospedale. La seconda cifra è il numero di scuole dell’Emilia Romagna che hanno ricevuto sovvenzioni per questo progetto lo scorso anno. Infine, il terzo numero è la somma delle richieste di finanziamento ricevute dall’Ufficio scolastico della Regione lo scorso anno.

2 milioni e mezzo per il diritto allo studio ai bimbi malati

Alle Scuole in ospedale nel 2016-2017 sono stati destinati 2 milioni e mezzo di euro per portare avanti questo progetto. Questi soldi vengono assegnati direttamente ai poli scolastici, di ogni ordine e grado, con sezioni di scuole ospedaliere e sono distribuiti in base al numero di alunni coinvolti e ai programmi attivati. Gli ultimi dati disponibili sulle assegnazioni sono quelli relativi allo scorso biennio scolastico (2015/2016).

Il grafico in basso invece mostra nel dettaglio i fondi richiesti e ricevuti da ciascuna scuola delle diverse province della Regione. Per facilitare lo scorrimento della tabella e permettervi di conoscere quanti fondi ha ricevuto la vostra scuola o uno degli istituti della vostra provincia abbiamo anche inserito una sezione ricerca. Inserite il nome della struttura e la troverete tra le 106 scuole aderenti.

I numeri delle Scuole in ospedale in Regione

Il totale delle richieste di rimborso pervenute al Ministero e all’Ufficio scolastico emiliano romagnolo è stato di circa 179 mila euro. I fondi assegnati invece sono stati leggermente inferiori, intorno ai 122 mila euro.

Sono stati 23 gli istituti bolognesi, ad esempio, che hanno attivato iniziative per gli alunni ricoverati e in totale hanno ricevuto rimborsi spese per 29 mila euro, anche se le loro richieste erano state di 44 mila e 500 euro.

A Forlì Cesena c’è stato uno scarto di circa 1.000 euro tra somme ricevute e importi richiesti dalle 5 scuole che hanno aderito a Scuole in ospedale. Tra gli istituti modenesi invece il gap tra domande e fondi assegnati è stato di quasi 15 mila euro (30.600 euro i rimborsi attribuiti contro 45.300 euro chiesti).

La differenza maggiore tra somme richieste e ottenute è stata però quella di Reggio Emilia, la somma dei rimborsi al Miur ha superato i 30 mila euro ma ne sono stati destinati solo 19.655.

Abbastanza elevate anche le differenza tra domande e fondi nel parmense: le 15 scuole hanno richiesto 28.152 euro e ne hanno ricevuto 20.470. A Ferrara sono state 4 le scuole coinvolte e gli sono stati attributi poco più di 4 mila e 500 euro. Anche in questo caso però il Miur ha stanziato una quantità di rimborsi inferiori alla cifra richiesta, in totale sono stati assegnati 3.255 euro.

E a Ravenna? Ai 7 istituti del ravennate sono stati riconosciuti 6.000 euro di rimborso spese a fronte però di circa 9 mila euro richiesti dalle scuole. Anche in provincia di Piacenza sono state 7 le strutture “ospedaliere” le richieste avanzate in questo caso hanno sfiorato gli 11 mila euro, ma le assegnazioni si sono fermate a 7 mila euro.

Nonostante queste differenze di importo il progetto Scuole in Ospedale ha dato a moti bambini il diritto all’istruzione nonostante la malattia.

I dati si riferiscono al: 2015-2017

Fonte: Miur

Leggi anche:

Tutti i numeri della provincia di Ravenna

Speso più di 1 milione per le #bellescuole in provincia

 

 

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search