Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ferrara

L’1% in più dei posti disponibili nelle strutture Sprar delle province

In Italia nel 2016 i posti del progetto Sistema per rifugiati e richiedenti asilo sono stati 26.012. Tanti o pochi?

In 13 anni +33 mila i rifugiati in Italia

Sono sicuramente cresciuti in modo importante rispetto al 2003, primo anno del progetto, quando sono stati 1.365. L’incremento dei posti messi a disposizione dei rifugiati in Italia si è concentrato tra il 2012 e il 2016. Infatti ancora nel 2012 le strutture territoriali potevano ospitare solo 3.979 persone. L’anno successivo sono arrivate ad una capacità di 10.381 posti e un anno dopo sono stati 20.752. Il numero dei richiedenti negli anni è sempre stato superiore all’effettiva capacità dei sistemi di accoglienza sparsi per l’Italia. Solo lo scorso anno a fronte dei 26 mila posti disponibili i beneficiari presenti sul territorio sono stai 34.528.

La mappa in alto mostra per ogni territorio italiano quale sia la capacità ricettiva delle strutture e dei progetti Sprar attivati. Le regioni caratterizzate da un colore più intenso sono state quelle che hanno le maggiori possibilità di accoglienza. Non si è trattato né della Lombardia, né dell’Piemonte, bensì di Lazio (4.442 migranti), Sicilia (4.803) e Calabria (quasi 3 mila richiedenti asilo).

La rete Sprar in Emilia Romagna

E in Emilia Romagna? La Regione può accogliere 1.230 persone. Si tratta del 4% dei posti per i richiedenti adulti e del 14% circa di quelli per i minori.

Accolti 1.864 richiedenti asilo lo scorso anno

In realtà i migranti a cui è stato riconosciuto lo status di rifugiato o il diritto di asilo sono stati più numerosi dei posti disponibili, così le strutture emiliano romagnole si sono prese in carico il 5,4% degli oltre 34 mila rifugiati in Italia.

Il grafico qui in basso mostra in ciascun comune o provincia quanti sono i posti messi a disposizione dei richiedenti suddivisi per progetti. I posti per i minori non accompagnati ad esempio sono stati in totale 289, mentre i migranti con problemi mentali presi in carico dai programmi locali sono stati solo 13.

Ferrara terza provincia per disponibilità d’accoglienza

La disponibilità delle province vede al primo posto i centri bolognesi. Nel complesso tra Bologna e Imola i progetti Sprar potrebbero accogliere 375 persone. Parma è stato il secondo territorio per numero di posti potenziali, sono stati 206. La città di Parma potrebbe dare ospitalità a 88 persone, Fidenza ad altri 75 rifugiati, Berceto a 20 persone e i comuni delle Valli Taro e Ceno ad altri 43 migranti.

Ferrara è stata la terza provincia per capacità di accoglienza. Nel suo caso i posti complessivi sono stati 160, di questi 128 sono stati quelli messi a disposizione dalle associazione Sprar di Ferrara. Gli altri 32 invece sono stati divisi tra Cento e Argenta.

La provincia meno accogliente dell’Emilia Romagna è stata quella piacentina solo 21 i posti in tutto il territorio.

I dati si riferiscono al: 2016

Fonte: Ministero dell’Interno

Leggi anche: 

Immigrati, ultimi dati ufficiali: +18,71% in sei mesi

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search