Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Reggio Emilia

Le esportazioni di Reggio Emilia su del 8,9% rispetto I trimestre 2016

L’export italiano è cresciuto nei primi tre mesi del 2017. I dati Istat hanno mostrato un incremento in tutte le aree della Penisola.

Gli scambi con l’estero del Sud sono cresciuti più di quelli del Nord

La crescita maggiore è stata quella delle esportazioni dal Meridione, +4,4% rispetto all’ultimo trimestre 2016. Il Nord Ovest d’Italia ha invece registrato un aumento dell’1,8%, quello orientale invece ha segnato un 1,4%.

A livello nazionale la media dell’incremento delle esportazioni tra gennaio e marzo è stato del 9,9%. Le regioni che hanno contribuito maggiormente sono state: Lombardia (+8,6%), Piemonte (14,1%) e Emilia-Romagna (+8,9%). A zavorrare la crescita invece i risultati negativi dell’export di Basilicata (-10,5%) e Molise (-53,4%).

Exploit positivo delle esportazioni reggiane metalmeccaniche

In Emilia Romagna, i primi tre mesi di commercio estero per le imprese di Reggio Emilia come sono andati?

Nel primo trimestre del 2017 le esportazioni reggiane sono valse 2,5 miliardi di euro. La crescita tendenziale, quindi rispetto allo stesso periodo del 2016, è stata dell’8,9%. Il settore che ha costituito più della metà delle esportazioni a gennaio-marzo è stato quello metalmeccanico. Le imprese di questo comparto hanno prodotto 1,3 miliardi di ricavi. L’incremento rispetto all’anno precedente è stato del 13,3%. Molto più contenuti i risultati delle aziende di lavorazione della ceramica (4,9%) e del settore tessile di abbigliamento (+3,3%).

Le esportazioni per paese mostrano un interesse dei tedeschi

Le merci di Reggio Emilia sono state esportate in particolare verso la Germania, primo partner commerciale della provincia. Il valore dell’export reggiano sul mercato tedesco è stato di 357 milioni di euro nei tre mesi. Ancora in aumento il rapporto di scambio tra i due territori. Il primo trimestre 2017 ha segnato un +9,3% delle esportazioni.

Al secondo posto il mercato francese che ha prodotto scambi per 336 milioni di euro. Il grafico in alto mostra i principali mercati di sbocco delle merci reggiane nel 2016.

I dati Istat mostrano come lo scorso anno sia stata la Germania il primo mercato per le esportazioni reggiane all’estero. Si è trattato di scambi del valore di quasi 1 miliardo e 307 milioni di euro. Al secondo posto, anche in questo caso, la Francia che ha importato prodotti per 1 miliardo e 158 milioni. Gli Stati Uniti sono stati solo il terzo partner delle aziende esportatrici in questa provincia. Lo scambio commerciale tra Reggio Emilia e gli Usa è stato pari a 748 milioni, praticamente la metà di quello tra la provincia e la Francia.

Tra le nazioni che hanno esportato il minor numero di merci ci sono state la Danimarca (128 milioni di euro), il Messico (quasi 126 milioni) e il Portogallo (116 milioni e mezzo).

I dati si riferiscono al 2016-2017

Fonte: Istat

Leggi anche: 

In 5 anni è esploso l’export emiliano romagnolo

Gli americani amano il parmigiano

Le conseguenze della Brexit sull’export

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search