Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Reggio Emilia

In aumento anche l’occupazione. Ecco i dati sulle assunzioni previste

Il grafico in apertura mostra l’andamento del valore aggiunto dei diversi settori dell’economia della provincia di Reggio Emilia. I dati rappresentano il confronto con i risultati ottenuti lo scorso anno e sono aggiornati a luglio 2017.

Il Pil della provincia di Reggio Emilia ha deluso le aspettative di crescita, la variazione è minima (lo 0,1% in meno) ma comunque negativa. Le attese ipotizzavano un prodotto interno lordo provinciale in rialzo del 1,3%, invece si è fermato solo all’1,2%.

L’industria delude le aspettative

Questo rallentamento rispetto alle previsioni di aprile è stato una conseguenza di risultati negativi del comparto industriale di Reggio Emilia. Il settore industria della provincia infatti, stando alle nuove stime di Camera di commercio e Prometeia, registrerà un incremento del valore aggiunto solo dello 0,9%. Si tratta di una crescita in ribasso dell’1,5% rispetto alle previsioni precedenti.

Agricoltura ha risentito del forte caldo

L’unico comparto che ha prodotto dei risultati peggiori dello scorso anno è stato quello agricolo. Un settore strategico per la provincia produttrice di prodotti Dop e Doc esportati in tutto il mondo, ma che non è stato sicuramente aiutato dalle temperature equatoriali di quest’estate. Il calo è stato dell’0,3% rispetto al luglio del 2016. Lo scorso anno aveva segnato un incremento quasi del 9%.

Non tutto è negativo

Le notizie positive però non mancano visto che gli altri settori godono di buona salute.

A superare le previsioni è stato il reddito delle famiglie che è cresciuto di mezzo punto percentuale in più rispetto alle stime di aprile. Il reddito delle famiglie reggiane è quindi salito del 2,8% ed è previsto un ulteriore +2,5% per il 2018. Anche dal versante occupazione ci sono stati segnali di ripresa, la Camera di Commercio ha registrato un +0,8% di nuovi occupati a Reggio Emilia.

Più di 9.000 nuovi occupati a Reggio Emilia

Secondo i dati Excelsior solo nel trimestre luglio-settembre sono state previste 9.400 nuovi ingressi nel mondo del lavoro a Reggio Emilia. Più del 18% delle imprese della provincia infatti ha previsto di assumere del personale.

Il grafico in chiusura mostra la percentuale di ingressi distribuiti per settore di attività. Le aziende manifatturiere del reggiano, ad esempio, avrebbero in programma il 19,6% delle nuove assunzioni. Le imprese turistiche invece dovrebbero restare sotto il 18%, mentre quasi il 15% dei nuovi lavori sarà nel campo delle costruzioni.

Questo almeno è il quadro generale fornito da Unioncamere e dal sistema informativo Excelsior.

I dati si riferiscono al: luglio 2017

Fonte: Camera di Commercio e Excelsior

Leggi anche: 

Volete aprire una farmacia? Fatelo a Reggio Emilia

Più di 39 mila reggiani senza diploma

 

 

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search