Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Forlì-Cesena

Le cessazioni a Cesena sono state più di 156 mila tra il 2009 e il 2014

La crisi economica quante persone ha lasciato senza occupazione nel cesenate? Tra il 2009 e il 2014 ci sono stati 175.639 i licenziamenti in questo territorio.

Il grafico in alto rappresenta quante sono state le cessazioni nel 2014 nelle diverse città della zona. I motivi per cui le persone hanno perso la proprio occupazione sono state suddivise tra licenziamenti, fine rapporto, dimissioni e fine del periodo di prova.

A Bagno di Romagna 1.300 abitanti rimasti senza lavoro

Escludendo per il momento i risultati di Cesena, Bagno di Romagna è stato il paese che ha registrato il maggior numero di cessazioni complessive. Sono state 1.321 nel 2014. Il motivo più comune per cui i cittadini di questo centro sono rimasti senza lavoro è stato il mancato rinnovo del rapporto.  Gli abitanti di Bagno che hanno consegnato le dimissioni al capo sono stati invece 152. I licenziamenti veri e propri sono stati 92, i restanti 11 sono stati i casi in cui un periodo di prova non si è tramutato in contratto.

A Mercato Saraceno sono state poco più di 710 le persone che hanno perso il lavoro. Il comune che ha registrato il minor numero assoluto di licenziamenti è stato Montiano. Nel 2014 nel piccolo centro sono stati 173 i cittadini senza impiego o che si sono dimessi. In percentuale però sono stati il 35% degli abitanti.

Le donne che hanno perso il posto sono state più degli uomini

Il grafico in alto mostra nel 2014 quanti sono stati i licenziamenti a Cesena e quanti invece i contratti non rinnovati. Ci sono poi i dati sulle dimissioni e la risoluzione del periodo di prova. Nel 2009 sono state quasi 16 mila e 500 che alla scadenza del contratto non hanno riottenuto l’impiego. Cinque anni più tardi sono stati circa 1000 in più (17.500). A Cesena, in totale, hanno perso il lavoro 156.353 cittadini nei 5 anni presi in esame.

Le quote rosa in questo caso sono state nettamente maggiori. Le donne a cui non è stato rinnovato il posto dopo la scadenza, nel 2014, sono state il 58,55%.

Nel 2010 e nel 2011 ci sono stati numerosi casi in cui i dipendenti hanno dato le dimissioni.  Il primo anno infatti sono stati quasi 3 mila e 600, mentre nel secondo anno altre 3.661 hanno messo fine al loro rapporto di lavoro volontariamente.

L’anno nero dei licenziamenti a Cesena

L’anno peggiore per quanto riguarda i licenziamenti a Cesena è stato il 2012. In totale nei 5 anni, i casi in cui i cesenati hanno perso l’impiego in seguito ad una riduzione del personale o alla chiusura delle aziende sono stati quasi 7.900. Di questi 1.545 sono avvenuti nel 2012.

I dati si riferiscono al: 2009-2014

Fonte: Unione comuni Valle del Savio

Leggi anche: 

Si cercano più di 200 commessi e operai

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search