Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Bologna

Si tratta per lo più di uomini sui 40 anni. Rispetto al 2014 i decessi sono aumentati del 9%

La droga rimane un problema importante in Emilia Romagna. Ancora nel 2015 le morti per overdose certificate dal Sert e dal servizio sanitario regionale sono state 23. Niente a che vedere con i numeri dei morti per droga nelle province americane, ma dei dati che devono comunque far riflettere.

Venti tre i morti in Emilia Romagna

Dal 2010 le morti annuali per overdose sono state quasi il doppio, sono passate da 13 a 23 infatti. I risultati della ricerca del Sert mostra che l’età media delle persone decedute per overdose si è innalzata. Non si tratta di 20/30enni scapestrati. A rimanerci secchi sono stati gli emiliano romagnoli intorno ai 40/45 anni. E anche negli scorsi anni l’età media dei morti per assunzione di quantità eccessive di droga si aggirava intorno ai 38 anni.

Le donne morte per overdose sono raddoppiate

Sono aumentate le donne che passate a miglior vita facendosi. Nel 2011 infatti rappresentavano solo il 5% delle vittime, nel 2015 sono state il 13%. Sono quindi più che raddoppiate. Se però si guarda ai dati del 2010 in realtà si scopre che c’è stato un calo nella percentuale di donne morte per overdose. Sette anni fa infatti sono state il 15,4% del totale dei morti per droga in Regione.

Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di italiani residenti nelle province in cui vengono trovati morti. Infatti solo il 13% delle persone decedute nel 2015 è risultato essere nato al di fuori dell’Italia e i non residenti sono stati il 17,4%.  C’è stato un calo importante rispetto a quest’ultimo dato. Nel 2010 infatti i morti in uno dei territori della regione, ma residenti in un’altra provincia sono stati quasi il 40% del totale.

Bologna è la provincia con il più alto numero di decessi

L’Ausl di Bologna ha registrato un incremento nel numero di morti veramente importante. Tra il 2010 e il 2011, come si vede anche nel grafico in chiusura, c’è stato un aumento del 33% di decessi avvenuti in provincia. Sono passati dall’essere il 30% circa delle morti per overdose avvenute in Regione ad arrivate ad essere più del 60%. E l’anno successivo, il 2012,  il 73% dei decessi registrati è avvenuto a Bologna.

Negli anni successivi la situazione stava sembrando migliorare. Nel 2014 infatti la fetta di morti per overdose nel bolognese è scesa al 60%, ma nel 2015 si è avuto un nuovo incremento che l’ha riportato intorno a quota 70%.

A Modena azzerate le morti per abuso di stupefacenti

Modena, Reggio Emilia, Ravenna, Ferrara e Rimini non hanno registrato nessuna morte per abuso di droga nel 2015. A Modena dal 2010 si è assistito all’azzeramento di questo tipo di eventi. In provincia infatti si è passati dal registrare il 23% allo 0% nei due anni successivi. Le ultime morti per overdose risalgono al 2013. Anche Rimini è riuscita quasi ad annullare i casi di morte per abuso di stupefacenti. Sono stati solo l’1% nel 2010, 2011 e 2013.

AParma invece sono state il triplo rispetto al 2014. la quota di morti infatti è passata dal 4,3% al 13%. Sono solo raddoppiate invece quelle nel forlivese. Sono passate dal 4% all’8% circa.

I dati si riferiscono al: 2010-2015

Fonte: Salute Regione Emilia Romagna e Ausl regionale

Leggi anche: 

Le droghe più usate? Hashish, marijuana e cocaina

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search