Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Piacenza

I numeri della decrescita del settore artigianale. In difficoltà anche l’agricoltura

Il grafico in apertura mostra i numeri delle aziende iscritte al Registro delle imprese di Piacenza nei primi 3 mesi del 2017. La rappresentazione confronta questi risultati con quelli del periodo gennaio-marzo 2016.

Il calo delle aziende

Nel complesso sono state rivelate 29.689 aziende attive in provincia di Piacenza nel primo trimestre 2017. I dati della Camera di commercio piacentina hanno stimato in 510 le iscrizioni di nuove aziende, mentre le cessazioni sono state 744.  Inoltre ci sono state 914 imprese in liquidazione.

Nel confronto con quanto accaduto nei primi tre mesi dell’anno precedente si è notato una flessione. Sono state 257 le aziende attive a Piacenza nel marzo 2017 rispetto al marzo 2016. Le imprese  registrate dal sistema Infocamere nei primi tre mesi dello scorso anno sono state 29.946.

La crisi della manifattura

La crisi delle attività ha coinvolto le aziende agricole ed edilizie, quelle commerciali e le imprese artigianali di Piacenza. A godere di buona salute sono state invece le aziende di servizi, come quelle della comunicazione o le assicurazioni locali. Sono aumentate le società di capitale che hanno raggiunto il 21,8% del totale della imprese registrate.

Le imprese artigianali di Piacenza calano

La Camera di Commercio di Piacenza ha analizzato in dettaglio, in particolare, l’andamento delle industrie e della attività artigianali presenti in provincia. Questo settore infatti racchiude una fetta importante delle imprese attive nel piacentino, nei primi 3 mesi 2017 le aziende dell’artigianato sono state quasi il 28%. Una percentuale molto elevata rispetto alla media nazionale che si è attestata intorno al 22%.

In questo breve studio è stato evidenziato come il numero delle attività di questo settore sia calato dell’1,1%. Fino a marzo 2017 sono state registrate 8.231 imprese artigiane. Sono state 95 in meno rispetto al primo trimestre 2016.

Tra i settori in cui è stata più importante la riduzione del numero di attività ci sono stati trasporti e agricoltura. Anche in questo caso i servizi sono stati invece la componente attiva dell’imprenditoria piacentina e ha mostrato segni di crescita.

Ancora poche donne imprenditrici

Tra le imprese artigiane le percentuali di imprenditori stranieri è stata del 20,7%, mentre le donne sono state il 15,1%. L’incidenza femminile sul comparto artigianale è stata inferiore rispetto al totale delle quote rosa nell’imprenditoria. La media delle imprese dell’artigianato guidate dalle donne  italiane è stata del 21,5%.

La composizione giuridica delle imprese artigianali di Piacenza ha mostrato un aumento delle società di capitale, sono state il 5,3%. Nel 2013 il tasso di società di capitale del settore era del 3,7% e nel 2008 era del 2,2%.

Questo aumento è stato il frutto della diminuzione delle società individuali (dal 78% al 77,4%) e delle società di persone (calate dal 19,6% al 17,1%).

I dati si riferiscono al: 2016-2017

Fonte: Infocamere e Camera di commercio di Piacenza

Leggi anche:

Casse integrazione: solo 1.038 imprese beneficiarie

I dati della provincia di Piacenza

 

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search