Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ravenna

Migliori i dati su redditi, pensioni e anche a livello patrimoniale

Come si vive in provincia di Ravenna? Ogni anno la provincia stila un report sul benessere equo e sostenibile nel ravennate. L’ultimo pubblicato è stato quello del 2015.

Gli indicatori del benessere economico

Il grafico in alto mostra, in particolare, il reddito medio delle famiglie e lo stipendio medio a Ravenna, in Emilia Romagna e in Italia. Sono solo 2 dei 9 indicatori che contribuiscono a stimare il benessere economico a Ravenna.

Gli altri sono l’importo medio delle pensioni e la percentuale di pensioni con un basso reddito, poi ci sono l’ammontare medio del patrimonio familiare, le differenze di retribuzioni per genere e per generazione. Per farsi un’idea delle difficoltà economiche in provincia inoltre si considerano anche il numero di sfratti emessi ogni 1000 famiglie e la percentuale di prestiti in sofferenza alle famiglie.

In provincia gli indicatori di benessere economico mostrano una situazione di relativo benessere, che si
colloca tra i valori regionali, complessivamente più elevati, e quelli nazionali.

Il reddito medio di Ravenna più alto delle media nazionale

Il reddito medio lordo delle famiglie a Ravenna è stato di 42.525 euro, questa cifra è stata più alta della media nazionale (+5,8%). Se però si confronta il dato provinciale con quello regionale c’è stato uno scarto di circa 3.188 euro, in Emilia Romagna infatti il reddito medio è stato di 45.713 euro.

Per quanto riguarda invece lo stipendio, in media a Ravenna i lavoratori hanno guadagnato 20.867 euro. In questo caso il livello nazionale delle retribuzioni è risultato essere più alto, la media è stata d 21 mila e 100 euro circa.

I dati sul patrimonio delle famiglie di Ravenna ha mostrato dei valori molto più alti in provincia rispetto alla media nazionale. Nella provincia emiliano romagnola infatti l’ammontare medio è stato di circa 433 mila euro, mentre i n Italia è stato appena di 362 mila euro.

E le differenze non si sono fermate qui, anche le retribuzioni medie per le dipendenti in provincia di Ravenna sono risultate più alte dei valori nazionali e di quelli regionali. La retribuzione media annua delle donne nel ravennate è stato da 8.930 euro, in Emilia Romagna ha raggiunto gli 8.749 euro e in Italia è stata appena di 7.601 euro.

Uno sguardo alle pensioni

E i pensionati di Ravenna come se la sono passata. Il grafico in basso rappresenta l’importo medio annuo delle pensioni nel 2015 nei tre territori (provincia, regione e nazione). La linea che attraversa le colonne invece rende conto della percentuale di pensionati che riceve mensilmente meno di 500 euro di pensione.

Se l’importo medio delle pensioni a Ravenna è stata di 17.313 euro, la quota di persone con la pensione minima è stata il 7% circa del totale dei pensionati ravennati. per avere un metro di paragone in media i pensionati italiani ricevono 17 mila euro all’anno e il tasso di pensionati che prendono meno di 500 euro è dell’11,3%. La situazione dei pensionati di Ravenna quindi è stata migliore di quella nazionale. Se però si dà uno sguardo ai risultati dell’Emilia Romagna il discorso, anche in questo caso, è stato a favore della Regione almeno per l’importo medio annuo percepito dai lavoratori in pensione (17.751 l’anno).

In Regione però è stata registrata una percentuale quasi dell’8% di pensionati che hanno ricevuto solo una pensione lorda inferiore ai 500 euro.

I dati si riferiscono al: 2015

Fonte: Provincia di Ravenna

Leggi anche:

In 20 anni i giovani ravennati saranno l’8% in meno

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search