Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Piacenza

Sono stati 61 nel 2015. Tre i settori più colpiti: commercio, manifattura e costruzioni

Il grafico in apertura mostra l’andamento dei fallimenti a Piacenza e provincia dal 2001 al 2015. Come si può notare non è stato un percorso lineare, negli anni i fallimenti sono cresciuti e sono diminuiti senza un’apparente regolarità.

L’unico certezza è che il livello raggiunto nel 2015 non era mai stato toccato prima. Il picco è stato di 61 fallimenti registrati a Piacenza. Solo nel 2012 si è arrivati ad una cifra molto vicina, ma anche in quel caso si è rimasti al di sotto dei 60. Per la precisione sono stati 57 episodi.

In 15 anni mai meno di 25 fallimenti a Piacenza

I dati della Camera di commercio mostrano come tra le attività piacentine, negli ultimi 15 anni, sono stati registrati non meno di 25 casi l’anno. Il minimo, 25 fallimenti appunto, è stato toccato nel 2007.

Tra il 2015 e il 2014 c’è stato un incremento del 64,86% nel numero dei fallimenti a Piacenza. Infatti le dichiarazioni di fallimento nei due anni sono passate da 37 a 61. Quasi la stessa differenza che è stata registrata complessivamente tra il 2001 e il 2015.

Le attività commerciali fallite sono state 17 solo nel 2015

Il secondo grafico mostra come sono stati distribuiti questi avvenimenti. Le attività fallite sono state  suddivise per settore.

La mezza luna mostra come nel 2015 tra le imprese fallite la maggior parte facessero parte del settore commerciale. A seguire ci sono state le aziende della manifattura piacentina e, come ormai ci hanno abituato i resoconti economici, quelle edilizie.

Numericamente i fallimenti in questi tre settori sono stati rispettivamente 17 imprese, 13 e 11. Solo questi tre comparti hanno registrato il 67,21% del totale di quelle avvenuti in provincia.

Gli altri settori interessati da chiusure per fallimento sono stati nell’ordine: le attività immobiliari (8 casi), le imprese di trasporto e i magazzini (6), le attività di supporto per le imprese (2). Ci sono stati anche 2 ristoranti e alberghi che hanno chiuso i battenti e poi un’impresa di rifornimento d’acqua e una legata all’assistenza sanitaria.

I dati si riferiscono al: 2015

Fonte: Camera di Commercio di Piacenza

Leggi anche:

Le imprese straniere a Piacenza: un’azienda su 100 è di un imprenditore estero

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search