Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ferrara

La media regionale salirà da 1,42 a 1,45. In provincia calerà da 1,43 a 1,42

Sta tornando voglia di maternità alle donne in Emilia Romagna? Gli studi sulle previsioni demografiche dei prossimi 20 anni in Regione mostrano come ci sia già stato un grosso cambiamento nell’andamento della fecondità.

Cos’è il tasso di fecondità

Per avere un’idea di ciò di cui stiamo parlando dobbiamo dare uno sguardo al tasso di fecondità, questo indice rende conto del numero medio di figli per donna tra i 15 e i 19 anni.

Nel report regionale si sottolinea come tra gli anni ’60 e metà degli anni ’80 ci sia stato un crollo nel numero di questo indice. Le donne sono passate dall’avere in media 2 figli ad averne solo 1. Questo calo è stato uno dei più rapidi d’Italia. Poi sono arrivati gli stranieri e le straniere e il trend ha subito un ribaltone, dovuto per il 75% alle donne estere.

I numeri dell’Emilia Romagna

E nel nuovo millennio qual è stata la tendenza del tasso di fecondità.  Il grafico in apertura mostra quale sia stato invece l’andamento del numero medio di figli delle emiliano romagnole tra il 2002 e il 2015.

Il tasso è cresciuto, almeno fino al 2010 quando è arrivato a 1,54. Dall’anno successivo non si è potuto far altro che assistere ad una nuova diminuzione nel numero di figli per donna. Nel 2015 il tasso è sceso a 1,42, stabile rispetto al 2014.

L’attuale media di figli per madre

Il grafico qui sotto restituisce l’andamento del tasso di fecondità in Emilia Romagna nel 2014 distinguendo tra quello delle italiane e delle straniere nelle diverse province.

Dalla rappresentazione si vede chiaramente come Modena abbia registrato il più alto numero di figli per donne straniere nel 2014, il tasso è stato del 2,27. Mentre la provincia con la media minore è stata quella di Rimini, solo 1,84.

Tra le italiane la storia è stata un’altra. Il tasso maggiore è stato quello delle donne reggiane nate in Italia (1,33), mentre il minore è stato quello di Ferrara (solo 1,07).

Le stime per il 2014: saranno ancora le straniere a fare più figli

E in futuro, nei prossimi 20 anni, assisteremo ad un nuovo calo o ad una crescita?

 

Le previsioni della Regione, provincia per provincia, sono riassunte nel grafico in basso. Nel 2034 ci sarà ancora una netta prevalenza nel numero di figli di donne straniere.

Le donne straniere residenti a Modena saranno ancora le più feconde, il loro tasso sarà del 2,3.  Ci sarà quindi un nuovo calo delle nascite di figli di donne straniere residenti nel modenese. A Rimini, che resterà la provincia con il tasso di fecondità più basso (1,9), ci sarà un lieve aumento nel numero di figli nati da madri nate all’estero.

Tra le madri italiane il massimo di fecondità sarà quello delle reggiane, che risulterà in crescita dello 0,2 rispetto al 2014. Invece il tasso di fecondità minore resterà quello di Ferrara, che però crescerà dello 0,2 rispetto a vent’anni prima.

 

I dati si riferiscono al: 2014-2034

Fonte: Regione Emilia Romagna

Leggi anche:

I numeri della provincia di Ferrara

Esplosione di famiglie allargate e single

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search