Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Reggio Emilia

Le vendite verso gli Stati Uniti aumentate del 10%. L’export in Russia azzerato

Siete degli amanti del Parmigiano reggiano o del Grana Padano? Questa è una di quelle domande apparentemente innocenti, ma che possono innescare discussioni infinite. È quasi come chiedere a qualcuno se siano stati più grandi i Beatles o dei Rolling Stones. Vi attendono ore di dissertazioni e atti di fede.

Paragoni arditi a parte. I due formaggi italiani sono molto apprezzati in patria e oltre confine. Ecco i dati Istat sulle vendite di parmigiano reggiano all’estero. Il grafico in apertura mostra le tonnellate di forme di Parmigiano e Grana vendute tra gennaio e novembre 2016 in paesi stranieri.

I tedeschi sono i maggiori importatori, ma le vendite sono stabili

I tedeschi sono dei grandi estimatori dei prodotti enogastronomici italiani. Nel caso dei due formaggi confermano questa loro predilezione. Lo scorso anno (dati gennaio-novembre) hanno importato quasi 17 mila tonnellate di questi prodotti. La quota di esportazioni verso la Germania è stata quindi stimata stabile rispetto allo stesso periodo 2015. Due anni fa infatti i tedeschi hanno acquistato 18 mila e 500 tonnellate degli stagionati italiani.

Spagnoli e statunitensi invece spingono le esportazioni

Gli Stati Uniti si stanno avvicinando alla quota di importazioni tedesche. Lo scorso anno infatti hanno incrementato le richieste di Parmigiano e Grana del 9,4% arrivando a comprare 13.518 tonnellate di prodotti.

Il secondo importatore europeo di Grana e Parmigiano è stata la Francia. La nostra vicina ha incrementato di quasi il 7% le esportazioni. Nel gennaio novembre 2016 sono state vendute 7.736 tonnellate di formaggio ai francesi.

La Spagna è stata la nazione che ha aumentato maggiormente la domanda dei due DOP italiani. L’export di questi prodotti verso la patria della corrida ha visto nell’ultimo anno un incremento del 10,3%. Fino a novembre risultavano essere state esportate in territorio spagnolo 3.545 tonnellate di Parmigiano e Grana.

Le vendite di parmigiano in Svizzera in calo del 10%

Dei bruschi cali sono stati registrati sopratutto in Russia. L’embargo ha contribuito vistosamente al calo 99,7% registrato tra il 2015 e il 2016. Lo scorso anno (sempre nel periodo gennaio-novembre) ai russi è stata venduta solo una tonnellata di forme tra Parmigiano e Grana.

La Svizzera ha tirato il freno a mano rispetto alle importazioni di queste merci dall’Italia. Sono calate del 10% le vendite verso i cantoni svizzeri. In 11 mesi del 2016 gli elvetici hanno comprato solo 4.488 tonnellate di forme.

Anche i mercati asiatici a quanto pare hanno rallentato i propri acquisti di questi prodotti. Infatti le vendite verso l’Asia sono calate del 2,2%. Ad aver ridotto le quantità di forme comprate in particolare è stato il Giappone. I nipponici infatti hanno diminuito dell’1,7% le propri importazioni di queste merci. Le tonnellate acquistate nel 2016 sono state solo 1.727.

I dati si riferiscono al: 2015-2016

Fonte: Consorzio Parmigiano reggiano e Istat

Leggi anche:

Dove si produce più Parmigiano reggiano?

 

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search