Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ravenna

Nei primi 6 mesi del 2017 le esportazioni hanno superato i 2 miliardi

Il grafico in apertura confronta il valore dell’export ravennate nei primi 6 mesi del 2016 e tra gennaio e giugno 2017.

C’è stata un’impennata delle esportazioni provinciali rispetto allo scorso anno. Nel primo semestre del 2017 il commercio estero di Ravenna si è attestato intorno ai 2 miliardi, lo scorso anno in 6 mesi l’export aveva raggiunto solo 1 miliardo e 768 milioni di euro. In totale quindi l’incremento tra il primo semestre 2016 e lo stesso periodo del 2017 è stato di 274 milioni e 500 mila euro.

La crescita ravennate rispecchia la tendenza nazionale e regionale, il 2017 infatti si è aperto con un importante aumento dell’export emiliano romagnolo, +6,4%, e italiano, +8%. Dal rapporto della Camera di commercio di Ravenna è emerso che la provincia è stata la 37esima in Italia per valore di esportazioni.

La crisi tra il 2011 e il 2013

Il grafico in basso mostra i dati sull’export di Ravenna tra il 2011 e il 2016. Le colonne rappresentano i valori in milioni di euro, la linea invece rende conto delle variazioni percentuali delle vendite estere da un anno all’altro.

Analizzare i dati ha messo in evidenza come, prima dell’exploit del 2017, il commercio estero di Ravenna stesse attraversando una crisi. Dopo i rialzi registrati tra il 2011 e il 2013, che hanno portato le vendite dal valore di 3 miliardi e 468 milioni a 3 miliardi e 693 milioni, era iniziato un periodo di impasse. La discesa è continuata fino al 2016, quando l’export ravennate è calato fino a 2 miliardi e 589 milioni (-1,5% rispetto al 2015).

I paesi Ue sono i maggiori clienti dell’export di Ravenna

Ma chi ha comprato cosa? Il grafico qui sotto ci aiuta a far chiarezza su quali siano i maggiori importatori di merci prodotte dalle imprese locali.

I paesi dell’Ue a 28 sono i migliori clienti delle aziende provinciali. Nei primi 6 mesi del 2017 i partner europei hanno acquistato 1 miliardo e 197 milioni di euro, in aumento di 219 milioni rispetto al periodo gennaio-giugno 2016. I membri dell’Unione nel 2016 si sono spartiti quasi il 70% del totale delle esportazioni del ravennate. Il prodotto più esportati in quest’area sono stati i prodotti chimici e metallurgici.

Al secondo posto come partner commerciali ci sono stati gli stati europei ancora al di fuori della Comunità. I paesi estranei all’Unione a 28 hanno importato da Ravenna 165 milioni di merci, in particolare hanno comprato prodotti chimici e macchinari. In questo caso l’incremento registrato nei primi 6 mesi del 2017 rispetto al 2016 è stato di solo 11 milioni e 700 mila euro.

Germania, Francia e Spagna, i primi tre partner commerciali

Infine, ecco quali sono stati i principali partner commerciali di Ravenna nei primi 6 mesi del 2017. Il grafico riporta il valore delle esportazioni paese per paese.

La Germania è stato il primo paese per valore di beni ravennati importati. Il commercio con i tedeschi ha costituito il 14% dell’export di Ravenna, in valore assoluto stiamo parlando di 286 milioni di euro di beni acquistati. Al secondo posto ci sono stati gli scambi con la Francia, le vendite estere verso questo paese sono valse 217 milioni euro (il 10,7% del totale delle esportazioni). La Spagna è stata, poi, il terzo partner commerciale di Ravenna nei primi 6 mesi del 2017. Gli spagnoli hanno comprato 159 milioni e 700 mila euro di beni e servizi.

I dati si riferiscono al: 2011-2017

Fonte: Istat e Ice

Leggi anche:

A Ravenna si vive meglio che in Italia

Tutti i numeri della provincia di Ravenna

Ingegnere e avvocato, queste le professioni più ambite

 

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search