Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Ravenna

Sono passati da poco meno di 2 mila a più di 12 mila tra il 2006 e il 2015

In pochi anni le richieste di soggiorno presentate nelle questure italiane sono schizzate alle stelle. Se nel 2013 infatti sono state meno di 28 mila, nel 2015 hanno superato le 83 mila.  Solo tra il 2014 e il 2015 è stato registrato un aumento del 31% delle domande di permessi di soggiorno pervenute e approvate.

Tra il 2014 e il 2015 +656 richieste approvate

In Emilia Romagna negli  stessi anni la crescita è stata dell’87,7%. Il grafico in apertura mostra per l’appunto dal 2006 al 2015 la quantità di permessi di soggiorno rilasciati e la differenza con gli anni precedenti. Il monitoraggio dei dati delle questure emiliano romagnole evidenzia che in 10 anni sono stati rilasciati il 536% di permessi in più. Un’enormità. Per avere un’idea della differenza effettiva, nel 2006 gli uffici hanno accordato 1.940 permessi, nel 2015 sono diventati 12.340.

Solo nel 2013 la crescita continua delle domande approvate ha subito un calo. Nel 2012 infatti si era vicini a superare i 4 mila e 500, ma l’anno seguente il conteggio delle richieste è stato inferiore alle 4 mila e 200.  Il calo è stato del 6,2%, come mostra il grafico in alto.

Già tra il 2013 e il 2014 però il ritmo di crescita è tornato importante e in un solo anno i permessi di soggiorno rilasciati sono più che raddoppiati.

A Ravenna poco 1.350 i permessi di soggiorno rilasciati

Il grafico qui in alto rappresenta nello specifico i permessi di soggiorno rilasciati dalla Questura di Ravenna.

I motivi per cui viene concesso questo tipo di documento sono di natura umanitaria o lavorativa. I richiedenti asilo a cui è stato concesso il permesso di soggiorno a Ravenna sono stati 196 nel 2015, quelli che lo hanno ottenuto perché hanno trovato lavoro sono stati 275.

Lo status di rifugiato politico è stato assegnato ad altre 157 persone, mentre gli immigrati accolti per ragioni umanitarie sono stati 423. Sono stati poi 44 i migranti in fuga da guerre e conflitti che stando al Regolamento di Dublino sono stati destinati alla provincia di Ravenna.

Questa particolare convenzione europea è stata firmata nel 1990 da 12 stati membri dell’Unione europea e stabilisce che lo Stato che si deve occupare della richiesta di asilo di un rifugiato deve essere quello in cui si trovano i suoi parenti più stretti o quello che gli ha già autorizzato un permesso di soggiorno. Se questa condizione non può essere soddisfatta la domanda e l’accoglienza spettano al primo Stato in cui il rifugiato arriva.

I dati si riferiscono al: 2006-2016

Fonte: Questure Emilia Romagna, Regione Emilia Romagna e Eurostat

Leggi anche:

Raddoppiati in un anno i decreti di espulsione

Il 5,4% dei rifugiati accolto in Emilia Romagna

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search