Share with your friends










Inviare
More share buttons
 In Forlì-Cesena

Su 570 posti offerti dalle imprese circa 300 sono stimati di difficile reperimento

Continua ad esserci un’offerta che non incontra la domanda nel mercato del lavoro. Anche a Forlì Cesena, come già abbiamo visto a Parma e Reggio Emilia, ci sono delle figure che le aziende locali stentano a trovare.

Le 1700 assunzioni previste dalle imprese forlivesi

Il bollettino trimestrale della Camera di commercio forlivese stima in 7.140 le assunzioni programmate dalle imprese tra luglio e settembre 2017. Il 18,9% di questi posti però è stato valutato di “difficile reperimento”, questo vuol dire che le aziende hanno stimato che per 1.349 sarà problematico trovare dei candidati adeguati.

I commerciali i più richiesti

Il grafico in alto mostra le assunzioni previste per settore. Ad esempio tra luglio e settembre le imprese della provincia hanno previsto di aver bisogno di più di 3 mila addetti alla produzione di beni e servizi. Il secondo comparto in cui c’è stata forte richiesta è stato quello commerciale (1.140 addetti). Previsti 700 impieghi in campo logistico e circa 230 nei reparti dirigenziali.

Per capire un po’ meglio quali figure ricercano le imprese del comprensorio guardiamo il grafico qui sotto. La maggior parte delle assunzioni previsti è per commerciali e addetti al servizio vendite, si è trattato del 32% del totale delle assunzioni programmate. Un’altra fetta abbondante (30%) sono state le richieste di operai specializzati pervenute dalle varie ditte locali. Solo il 9% sono stati impieghi di tipo impiegatizio.

La domanda c’è ma i candidati no

E passiamo ad analizzare quali sono questi lavoratori introvabili, almeno secondo le stime Excelsior e quindi delle aziende. Il grafico in chiusura mostra che la laurea in ingegneria ha ancora il suo valore, ma sono stati gli operai i più ricercati. Gli omini rossi rappresentano infatti il numero di operai di cui le imprese forlivesi hanno stimato di aver bisogno, si tratta di 460 metalmeccanici. Quasi la metà di questi posti, esattamente il 49,3%, però è stato classificato come di difficile reperimento.

In percentuale gli ingegneri sono stati ritenuti merce ancora più rara, infatti le assunzioni con problemi di candidati salgono al 52,2%. In termini assoluti però non c’è paragone, gli ingegneri richiesti tra luglio e settembre infatti sarebbero stati solo 110. Un’inezia quindi se paragonati ai lavoratori metalmeccanici introvabili.

I dati si riferiscono al: luglio-settembre 2017

Fonte: Excelsior e Camera di commercio della Romagna

Leggi anche:

Tutti i numeri della provincia di Forlì-Cesena

Quasi 5.700 le imprese di costruzioni locali

 

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search